NASCAR Home Tracks

Google+ Twitter Facebook rss

Alon Day Atleta Dell’Anno In Israele

Svetta Nella Categoria Motorsport, Votato DaI Pubblico E Da Un Comitato Del Governo
Gian Luca Guiglia, NWES
January 6, 2017 - 5:30am

I successi di Alon Day sono stati premiati martedì durante una cerimonia ufficiale a Tel Aviv, nel corso della quale il pilota del programma NASCAR Next e due volte vincitore del Junior Trophy nella NASCAR Whelen Euro Series ha ricevuto il premio come Atleta dell’Anno nella categoria motorsport.

Il Ministero della Cultura e dello Sport israeliano premia ogni anno i migliori atleti in diverse categorie, tra cui figurano anche sport olimpici e paralimpici. Il 2016 ha segnato il debutto di una categoria riservata ai piloti e Day è il primo nella storia a ricevere il premio.

“E’ un grandissimo traguardo per me e per il movimento dello sport automobilistico essere il primo pilota a ottenere questo riconoscimento. Dimostra che il pubblico mi apprezza e apprezza la NASCAR e si interessa sempre di più al motorsport,” ha detto il pilota di Ashdod, che è stato votato sia da una giuria, che contava per il 51% nell’attribuzione del premio, che dal pubblico, il quale contava per il restante 49% e ha espresso la propria preferenza online. “Inoltre premia il mio lavoro e questa è la lezione più preziosa che potessi imparare . Lavorare sodo paga.”

La carriera di Day è letteralmente decollata da quando è entrato nella NASCAR Whelen Euro Series nel 2015. L’israeliano ha vinto per due volte consecutive il Junior Trophy, accumulando sei vittorie, quattro pole position, dodici top-5 e 18 top-10 in appena due stagioni. Grazie ai suoi successi in Europa, Day è stato il primo pilota non proveniente dal Nord America a essere inserito nel programma NASCAR Next e nel 2016 ha preso parte a quattro gare nella NASCAR americana, impressionando pubblico e addetti ai lavori nel suo debutto in NASCAR Xfinity Series a Mid-Ohio.

Day è attualmente al lavoro sul suo programma per la stagione 2017 e vede questo premio come una grande opportunità sia per sé stesso che per tutti i giovani piloti israeliani alla caccia di una carriera da professionisti.

“Spero proprio che questo riconoscimento apra la porta a tanti piloti in Israele perché seguano i miei passi, ottengano grandi risultati e facciano crescere il motorsport in Israele,” ha concluso Day.