NASCAR Home Tracks

Google+ Twitter Facebook rss

Un Campionato Del Mondo NWES a Brands Hatch

Una griglia ricca di stelle pronta a darsi battaglia nell’American SpeedFest
Gian Luca Guiglia, NWES
June 3, 2017 - 8:34am

Piloti di caratura internazionale arriveranno da tutto il mondo per partecipare alla seconda tappa della stagione 2017 della NASCAR Whelen Euro Series in quello che si preannuncia come un evento di calibro mondiale, caratterizzato da un mix di superstar e giovani talenti rampanti con pochissimi eguali nel motorsport europeo.

Fuochi d’artificio nella Divisione ELITE 1

Le ultime aggiunte all’incredibile griglia di partenza della Divisione ELITE 1 sono il 3 volte vice-campione CART/Champcar e poleman della Indy 500 Bruno Junqueira dal Brasile, che guiderà la Chevrolet SS #33 del team Mishumotors, e il leggendario campione della NASCAR Bobby Labonte dagli Stati Uniti, la cui presenza a Brands Hatch al volante della Ford Mustang #1 Whelen Engineering schierata dal team Alex Caffi Motorsport è stata annunciata mercoledì.

Il dominatore di Valencia Borja Garcia sarà di nuovo in pista, questa volta al volante della Ford Mustang #7 del team Racers Motorsport, per difendere la sua leadership in classifica dagli assalti della superstar del team DF1 Racing Christophe Bouchut, che ha conquistato il suo primo podio in carriera proprio a Brands Hatch nel 2014 e da due dei migliori talenti emergenti della NWES, Salvador Tineo Arroyo e Thomas Ferrando. Lo spagnolo precede il francese nella classifica del Junior Trophy e in Inghilterra ha vinto la sua prima gara della scorsa stagione.

Toccherà ai soliti sospetti provare a sconvolgere la classifica do un weekend di apertura inusualmente difficile, a iniziare dal campione in carica Anthony Kumpen, dal due volte vincitore del Junior Trophy Alon Day – i due si sono divisi le gare del weekend di Brands Hatch nel 2016 – e da Frederic Gabillon, che è il pilota in attività con il maggior numero di top-5 sullo storico tracciato del Kent, ma è ancora a caccia di un successo nella SpeedFest.

Aggiungete al mix uno Stienes Longin decisamente pronto a dare un seguito al podio conquistato a Valencia, i sempre altamente competitivi Freddy Nordstrom – lo svedese considera l’Indy Circuit la sua pista di casa – e Wilfried Boucenna, un Rodrigo Gonzalez più esperienza e un miglior feeling dopo un positivo test in Italia, il ritorno dell’asso belga Marc Goossens, un Gianmarco Ercoli determinato a rifarsi, il debutto di uno specialista dei prototipi come Alex Kapadia e avrete il cocktail perfetto per delle gare entusiasmanti.  

La battaglia per il Challenger Trophy non sarà da meno, grazie a Marconi Abreu, Jerry De Weerdt e Dario Caso, a cui si aggiungeranno Sam Taheri – l’iraniano sta raddoppiando il suo programma correndo in entrambe le divisioni – e il rientrante Fabrizio Armetta.

Una Divisione ELITE 2 imprevedibile

Dopo due fantastiche gare nell’apertura stagionale a Valencia, vinte da Thomas Ferrando e Ulysse Delsaux, l’imprevedibilità continua a farla da padrona in una divisione ELITE 2 con 11 rookie in griglia.

Ferrando guida la classifica con un solo punto di margine sul suo connazionale, fresco della sua prima vittoria in carriera, e il duello proseguirà senza dubbio sullo storico Indy Circuit, dove where Ferrando ha il piccolo vantaggio di essere l’unico nella divisione con una vittoria a Brands Hatch in palmares.

La scelta più ovvia per un potenziale nuovo vincitore è Maciej Dreszer, leader della Rookie Cup, che arriva da due podi in Spagna ed è determinato a lasciare il segno nel suo debutto inglese, così come il pilota del team PK Carsport Guillaume Dumarey, che lo segue di tre punti tra i rookie.

Il gruppo dei potenziali protagonisti è più ampio che mai e include talenti emergenti come Justin Kunz e Felipe Rabello, un Martin Doubek in cerca di rivincite dopo un weekend travagliato al Ricardo Tormo, Marconi Abreu e Paul Guiod a caccia di un posto sotto i riflettori, nonché Gil Linster ed Evan Pichard Arnaud – il più giovane pilota sulla griglia della NWES con i suoi 16 anni di età – entrambi in rapido progresso. 

Un drappello compatto di contendenti per il Legend Trophy animerà ancora di più le gare della  ELITE 2. Tra loro Mirco Schultis, che precede Dario Caso di un punto e Jerry De Weerdt di due in classifica, Simone Laureti, Andrea Perlini e Arianna Casoli. L’italiana lotterà anche per la Lady Cup con la confermata Carmen Boix Gil, che ha fatto segnare un eccellente top-10 nel suo debutto in NASCAR.

Sam Taheri tornerà alla carica con grandi ambizioni e un programma ampliato dopo lo spettacolare incidente di Valencia, mentre la new entry sulla griglia della ELITE 2 sarà il pilota giapponese Yuya Sakamoto, che guiderà la Ford Mustang #2 dell’Alex Caffi Motorsport e lotterà per la Rookie Cup. Marko Stipp farà il suo rientro in NWES con il nuovo team tedesco Racing Total.

Con cinque vincitori di gare a Brands Hatch in pista, un livello di competitività senza eguali in Europa e 17 nazionalità rappresentate in griglia, è chiaro che gli appassionati inglesi vivranno un weekend speciale, fatto di gare di altissimo livello, mescolate all’atmosfera unica e all’accessibilità senza paragoni che solo gli eventi della NASCAR Whelen Euro Series possono vantare.

BRANDS HATCH ENTRY LIST